- Lotteria degli scontrini -



La lotteria degli scontrini: Partenza posticipata al 1° febbraio 2021


La mini proroga della lotteria degli scontrini, la cui partenza è fissata al 1° gennaio 2021, è la novità dell’ultima ora portata direttamente in Consiglio dei ministri del 23 dicembre con cui il Governo ha approvato il provvedimento d’urgenza di fine anno.
Al momento la partenza della lotteria degli scontrini sarebbe stata spostata al 1° febbraio 2021 così da concedere qualche settimana in più agli esercenti per adeguare i registratori di cassa.
Altro mini differimento (al 1° marzo 2021) per il via alle segnalazioni al Fisco da parte dei contribuenti degli esercenti che non rilasceranno lo scontrino impedendo ai cittadini di partecipare alle estrazioni settimanali, mensili e annuali.

 

Per partecipare sarà necessario, per il consumatore, richiedere il codice lotteria sul sito dell’Agenzia delle Entrate e comunicarlo facoltativamente, contestualmente all’emissione dello scontrino elettronico, al commerciante.

Il commerciante dovrà trasmettere i dati relativi al contribuente, che ha espresso la volontà di partecipare alla lotteria degli scontrini, mediante il registratore telematico (tramite i servizi online dell’Agenzia delle Entrate).

Il tema della lotta all’evasione è una delle direttrici dell’azione del Governo che, tra le altre cose, mira ad incentivare i pagamenti tracciabili e limitare l’uso del denaro contante mediante incentivi ed agevolazioni.

La lotteria dello scontrino elettronico premierà in misura maggiore i contribuenti che pagheranno con bancomat, ed è proprio questa una delle chiavi di volta con le quali il Governo intende stimolare l’uso di mezzi di pagamento tracciabili e limitare l’uso del contante.

Il contribuente sarà dunque motivato a richiedere lo scontrino all’esercente avendo la possibilità di partecipare all’estrazione di premi con importi considerevoli. 


Niente sanzioni per i commercianti, segnalazione per rischio evasione dal cliente:

Nella sua prima versione, l’articolo 20 del Decreto Fiscale 2020 prevedeva una sanzione che è stata eliminata nel corso della conversione in legge del Decreto Fiscale, e sostituita nella possibilità per il cliente di segnalare all’Agenzia delle Entrate il comportamento scorretto dell’esercente.

I commercianti e gli artigiani che rifiuteranno di comunicare il codice lotteria, e gli ulteriori dati necessari per le estrazioni, potranno quindi essere inseriti nelle liste dei contribuenti a rischio evasione ed il tutto si tradurrà nella possibilità di controlli da parte del Fisco.

I testi, le informazioni e gli altri dati pubblicati in questo sito nonchè i link ad altri siti presenti sul web hanno esclusivamente scopo informativo e non assumono alcun carattere di ufficialità.

Powered by Marco Turrioni